AIRBANK - NEWS

venerdì 14 luglio 2017

Estate sicura e sostenibile: arrivano le barriere anti meduse e anti inquinamento

Facili da utilizzare e in grado di proteggere le coste italiane non soltanto dalle meduse ma anche dall’inquinamento da oli e idrocarburi: sono le barriere di contenimento di Airbank, azienda leader in Italia nel settore dell’antinquinamento e della sicurezza ambientale. Perfette per acque calme e protette con correnti deboli, per impianti petroliferi, industrie e squadre di pronto intervento ambientale, sono disponibili anche in dimensioni ridotte, particolarmente adatte per arginare piccoli sversamenti di liquidi inquinanti in ruscelli, torrenti e laghi. 

Sono aumentati di 10 volte in sei anni, dal 2009 al 2015, gli avvistamenti di meduse lungo le coste italiane, secondo quanto rende noto il progetto “Occhio alla medusa”: si tratta di animali che in alcuni casi sono innocui, mentre in altre occasioni possono risultare pericolosi e perfino mortali. Per salvaguardare le aree di balneazione dalle meduse Airbank, azienda leader in Italia nel settore dell’antinquinamento e della sicurezza ambientale, ha inventato delle barriere di contenimento rigide con rete anti medusa e anti alghe, costituite da una parte rigida galleggiante e da una maglia in rete fine immersa, adatte a fermare l’avanzamento di tutto ciò che galleggia o si sposta in acqua fino a 1,5 metri di profondità. Per questo motivo si rivelano ideali anche per contrastare oli, macchie di idrocarburi, schiume fognarie e mucillaggine.

L’inquinamento derivante dallo sversamento di sostanze oleose è infatti uno dei pericoli principali per la salute del mare. Un rischio sempre incombente che Airbank è in grado di limitare grazie alle barriere anti-inquinamento marino, da impiegare nelle operazioni di pronto intervento, per sbarrare porti o darsene, come protezione di aree di carico e scarico petrolio e a difesa delle aree turistiche di balneazione.

Perfette per acque calme e protette con correnti deboli, per impianti petroliferi, industrie e squadre di pronto intervento ambientale sono ad esempio le barriere di contenimento rigide, galleggianti e ad alta resistenza, ideali per utilizzo frequente ed esposizione a deterioramento causato sia da agenti atmosferici sia dall’abrasione. I galleggianti sono costruiti in tecnopolimeri espansi e flessibili a celle chiuse con forma cilindrica, hanno le estremità rifinite a 45° per permettere una migliore mobilità della barriera una volta ancorata in mare. I cilindri galleggianti vengono inseriti e saldati all’interno della tasca superiore del tessuto armato a doppio strato e impermeabile. Il sistema di fissaggio meccanico è invece costruito in alluminio Anticorodal, trattato nelle giuste composizioni con magnesio, rame e manganese per renderlo un ottimo elemento resistente alla corrosione marina. Il sistema è dotato di un aggancio/sgancio rapido in acciaio che permette di montare e smontare le barriere in qualsiasi situazione.

Utilizzabili anche da una sola persona e particolarmente adatte per arginare piccoli sversamenti di liquidi inquinanti in ruscelli, torrenti e laghi sono infine le mini barriere di contenimento di Airbank. Vantano le stesse caratteristiche delle barriere rigide tradizionali, ma con dimensioni ridotte: la loro leggerezza e manovrabilità le rendono particolarmente utili per i Vigili del Fuoco e Corpi di Pronto intervento, essendo veloci da assemblare e facilmente trasportabili sui normali pick-up.

“Si tratta di prodotti in grado di proteggere l’ambiente per prevenire le problematiche e allo stesso tempo pratici da utilizzare in caso di emergenza”, sottolinea Gloria Mazzoni, General Manager di AIrbank.

 

Airbank -  Torna ad inizio pagina

In questo sito utilizziamo i cookie, continuando la navigazione ne autorizzi l’uso. Per maggiori informazioni > clicca qui.

X CLOSE