AIRBANK - NEWS

giovedì 20 settembre 2012

Le batterie esauste? Ecco come stoccarle e trasportarle in sicurezza in conformita

Danno "energia" all'attività produttiva, ma, quando al termine della vita, si "scaricano" l'imprenditore deve farsene sempre "carico". Di cosa parliamo? Delle batterie, ovvio!
La composizione chimica degli accumulatori esausti, soprattutto tenuto conto dei liquidi in essi contenuti, hanno spinto il Legislatore a porre rigidi vincoli in relazione al loro trattamento e quindi alla applicazione della normativa ADR in materia di trasporto.
Per stoccare e trasportare le batterie esauste in piena sicurezza e nel rispetto della normativa ADR potrete fare affidamento ai contenitori presenti nel catalogo di Airbank.
Omologati ADR, i contenitori sono realizzati in polietilene ad alta densità e garantiscono piena resistenza agli acidi delle batterie e degli accumulatori esausti a temperature estreme (da -40° C a +60° C). Completamente riciclabili e resistenti ai raggi UV consentono di impilare sino a 8 contenitori assieme.
Anche se le vostre batterie non sono ancora esauste non pensiate che l'occhio del Legislatore non si posi su di voi...A seguito dell'emanazione del Decreto Ministeriale n. 20 del 24 Gennaio 2011 del Ministero dell'Ambiente, tutte le aziende che utilizzano accumulatori al piombo debbono obbligatoriamente munirsi di neutralizzatori al fine di garantire standard di sicurezza più elevati per i lavoratori.
Anche per soddisfare queste esigenze basterà sfogliare il catalogo Airbank e fermarsi alla pagina dedicata alla polvere neutralizzante per acido solforico in dotazione di Airbank che, grazie alle sue elevate capacità assorbenti, permette di contrastare, in tutta sicurezza, gli sversamenti del pericoloso acido nel rispetto della normativa dettata dal Legislatore.

Airbank -  Torna ad inizio pagina

In questo sito utilizziamo i cookie, continuando la navigazione ne autorizzi l’uso. Per maggiori informazioni > clicca qui.

X CLOSE